- Masal Pas Bagdadi, scrittrice e psicoterapeuta

Vai ai contenuti

Menu principale:

In questo libro Masal Pas Bagdadi riflette sul significato della propria vita con tenerezza e nostalgia. La narrazione si snoda tra sogno passato e presente, immaginando un futuro di speranza. La facilità con cui il lettore può rispecchiarsi nelle parole dell’autrice rende i protagonisti vivi e tocca in modo naturale le esperienze umane di piccoli e grandi. La vita di Masal, donna capace di sperimentare le difficoltà e di superare gli ostacoli, diventa per chi legge un’avventura meravigliosa e da non perdere. L’autrice apre la propria anima ai lettori per condividere e riflettere sulle cose che contano e aiuta a fare luce sugli aspetti più profondi che ci avvicinano gli uni agli altri.

In vendita su Amazon e tutte le piattaforme digitali o nelle librerie: IBS, Hoepli, Mondadori e tanti altri.
Distribuito da LibroCo - S. Casciano V.P Firenze. Tel: +39 055 822 9414
Inverno fra il 1943 e il 1944: nel ghetto di Damasco gli oltraggi antisemiti si fanno ogni giorno più violenti e i giovani fuggono di notte verso la Palestina. La piccola Tune viene affidata dalla madre alla figlia maggiore perché la porti con sé nella fuga. La bambina approda così in un kibbutz dove verrà separata anche dalla sorella: è sola, impaurita, ferita. Ha cambiato nome per non rivelare il suo stato di clandestina: adesso si chiama Masal, ha un’altra identità, ma la sua natura solare e gioiosa non è cambiata. Nel kibbutz si sperimentano sistemi educativi molto liberi e collettivi, e piano piano Masal li assume, concedendosi alla propria vitalità. Comincia a occuparsi di bambini, si arruola nell’esercito israeliano, diventa sergente. E si innamora di un italiano: lo sposa e approda a Milano proprio negli anni in cui la psichiatria si fa “democratica”. Lì apre un asilo in cui applica alcuni dei metodi appresi nel kibbutz e forte della propria esperienza diventa psicologa dell’infanzia. Sempre conscia che è laggiù, correndo a piedi scalzi sotto il sole di Israele, che ha cominciato a guarire. [Acquistalo]
2011
Targa di riconoscimento conferita
alla mostra "Chi Sono Io?"
dal Presidente della Repubblica
Giorgio Napolitano
2021
Switzerland Literary Priz
Premio Speciale della Giuria
per il libro
"Il filo della matassa"
2022
Premio letterario
Milano International
dell'Associazione Culturale Pegasus
per "A piedi scalzi nel Kibbutz"

Premio Milano International 2021

Switzerland Literary Priz

 
Torna ai contenuti | Torna al menu